Kleis

Art Direction, 1990-2002
21 Gennaio 2018

“Nel 2001 Kleis compie dieci anni. Da un lato 10 anni non sono niente. Da un altro sono un’eternità.  E’ il gioco delle due parti…E’ bello entrare, è bello uscire. E’ il destino della maniglia: creatura unica e bifronte, dentro e fuori. E’ il momento di chiudere. E’ il momento di aprire. Kleis è un’idea di Roberto Salata, imprenditore, e Claudio Caramel, architetto. Nella fase iniziale, 1991-1995, il progetto è cresciuto e si è affermato anche grazie all’apporto influente di Enrico Baleri (A.D. E. Baleri e C. Caramel).

…Dopo 10 anni qualcosa si vede, Kleis è un marchio sinonimo di forte identità: maniglie con nome e cognome che non si comprano per caso. Un marchio piccolo e internazionale, alla cui notorietà ha contribuito una comunicazione coerente, sempre affidata ad autori e fotografi sensibili. L’obbiettivo indicato all’origine dall’imprenditore e dall’architetto è se non raggiunto (dato che la ricerca non ha mai fine) certamente bene in vista: nobilitare la complessità del progetto maniglia attraverso un dialogo preciso con il livello alto dell’architettura e del design.”

Dal catalogo Kleis 2001-2002. Testo di Virginio Briatore.